PROBLEMI RISTRUTTURAZIONE

PROBLEMI RISTRUTTURAZIONE

hai scelto l'impresa .....e adesso?

 

 

ok hai fatto forse il passo più importante,ma adesso dovrai espletare alcune formalità per iniziare la tua ristrutturazione .

ti elenco le principali ,senza dilungarmi troppo in tecnicismi  o legislazioni in materia edile

 

1)  AFFIDARSI AD UN  TECNICO PER REDIGERE UNA PRATICA EDILIZIA

a seconda della ristrutturazione che dovrai eseguire sarà necessario aprire una pratica edile, questa potrà, variare da comune a comune(...siamo in Italia..).

Indicativamente devi considerare che se dovrai demolire e rifare alcune tramezze all'interno dell'appartamento,spostare una porta,aprire o chiudere una finestra, rifare un'area cortiliva o qualsiasi lavorazione che delinei una nuova configurazione dell'immobile o cambio di destinazione d'uso ,sarà necessario aprire una pratica edile ( CILA,SCIA,DIA etcc...) e pertanto sarà indispensabile  rivolgersi ad un tecnico ( Geometra o Architetto) ,inoltre se dovrai eseguire aperture su muri portanti sarà nec,essario rivolgersi ad un ingegnere per redigere la pratica antisismica.

2) DIREZIONE LAVORI

dipende molto dal tipo di ristrutturazione che dovrai eseguire,se devi rifare solo il bagno o la cucina,probabilmente basterà affidarti all'impresa scelta( vedi prima lezione..ndr),se invece la ristrutturazione riguarda l'appartamento completo , l'area cortiliva o opere più complesse ,sarà bene rivolgersi ad un tecnico che oltre a redigere la pratica edile necessaria ,potrà aiutarti nella verifica delle contabilità e nella gestione dei rapporti con le imprese del cantiere

3) SICUREZZA

questo è un argomento molto complesso, che riprenderò esaustivamente nella terza lezione( pertanto non perdertela..http://www.iltuosito.it/blog/ristrutturazione),quindi cercherò di farti un riepilogo veloce.

Il primo responsabile delle lavorazioni in un cantiere( quindi anche la sola ristrutturazione di un bagno) è il committente, quindi TU.

se ci sono più di una impresa all'interno del cantiere( muratore ed idraulico ad esempio), è necessario redigere un piano di sicurezza e per fare questo il committente deve nominare un coordinatore per la sicurezza, unico modo anche per sollevare le responsabilità di eventuali infortuni dalla propria persona.

indipendentemente dalla necessità di redigere un PIANO DI SICUREZZA ( PSC),sarà indispensabile farsi fornire  dalle imprese operanti nel cantiere( quindi il tuo appartamernto) il PIANO OPERATIVO DI SICUREZZA( POS)

4)RAPPORTO CON IL CONDOMINIO

Ristrutturare è un proprio diritto, ma all'interno di una realtà condominiale è bene anche non creare incrinature di rapporti con i condomini, pertanto esistono alcune azioni derivanti dalla mia esperienza che riducono molto la possibilità di conflittualità condominiale.

Per prima cosa avvertiamo l'amministratore condominiale dell'inizio e  della tipologia di lavorazioni da eseguire, il quale ci darà anche alcune notizie in merito ad eventuali regolamenti o abitudini condominiali da seguire.

Mettere fuori un cartello con i propri recapiti telefonici e  con le scuse anticipate per eventuali disagi è sempre apprezzato.

Se vai ad abitare in un nuovo condomino ,presentati personalemente al dirimpettaio di pianerottolo o agli inquilini degli appartamenti sottostanti, saranno i più coinvolti nella tua ristrutturazione e quindi andarli ad avvertire delle lavorazioni che andrai ad eseguire li renderà partecipi e più inclini a sopportare i rumori e piccoli disagi inevitabili

ok un'altro passo lo abbiamo fatto ...adesso possiamo iniziare a ristrutturare

Seghedoni Alessandro

 

http://www.edilmanfre.it

Cerca nel blog:

Autore :

Alessandro Seghedoni

PERCHE' QUESTO BLOG?... Sono Alessandro  Seghedoni ,uno dei pochi  imprenditori Edili nato e cresciuto in cantiere. Ho iniziato la mia attività lavorativa subito dopo il diploma, quasi per scherzo(...come dico sempre..) giovane ma con molta voglia di imparare. Affiancando il mio "futuro suocero"ho iniziato dalla gavetta in cantiere.Ma giorno dopo giorno, anzi anno dopo anno ho assimilato i piccoli segreti dei vecchi mestieri Artigiani,affiancandoli piano piano alle nuove tecnologie e modalità costruttive. Cosi, quasi per scherzo sono passati trent'anni e la piccola impresa artigiana si è evoluta in una Impresa Edile SRL  moderna che conta 10 dipendenti e un albo fornitori di tutto rispetto. Ma veniamo al motivo della creazione di questo blog, che non è quello di spiegarti cosa ho fatto, ma di aiutarti ad entrare nel modo delle ristrutturazioni , affiancandoti nelle scelte e fornendoti  spiegazioni che ti saranno molto utili quando deciderai di farne una Buona lettura

Post recenti:

Categorie :